11 motivi per cui un’azienda dovrebbe cambiare e diventare agile

Perchè un’azienda dovrebbe diventare Agile?

 

Quali sono i benefici che può trarre?

 

Ecco l’elenco di 11 buoni motivi per cui un’azienda dovrebbe diventare Agile.

 

  • fino a 40% di incremento della produttività
  • fino a 90% di riduzione del work in progress
  • fino a 90% di riduzione dei tempi di attraversamento
  • fino a 95% di puntualità di consegna
  • fino a 70% di miglioramento di utilizzo degli spazi
  • fino a 90% di miglioramento della qualità
  • fino a 60% di riduzione dei tempi di inattività non pianificati
  • innovazione continua
  • crescita costante
  • rapido adattamento
  • profitti elevati

 Attenzione però:  questo accade se vengono implementati i principi Agile anche a livello della struttura organizzativa, ovvero quando viene implementato Agile in tutta l’azienda end to end. Altrimenti i benefici, soprattutto in termini di innovazione e creatività, vengono vanificati, come dimostra il confronto tra aziende dello stesso settore che hanno implementato agility solo in alcuni dipartimenti.

(leggi un caso pratico: Quale è la differenza tra Haier e tutte le altre: Whirpool, Electrolux, Bosch, Indesit?)

Si inizia con un progetto aziendale in cui si crea un team multifunzionale responsabile di tutta la filiera a contatto diretto con il cliente finale. Quando si verificano i benefici di questo modo di lavorare allora si inizia a pensare come implementarlo in tutta l’azienda. Occorre ricordarsi che Agile è in primo luogo un paradigma organizzativo, un modo di pensare e vedere le cose, quindi un fatto culturale e la cultura di un’azienda dipende principalmente dall’imprenditore e dal top management che la governano. Se il top non aderisce alla cultura Agile non riesce a cambiare paradigma, in questo caso non conviene neppure incominciare.

Leggete i casi delle aziende che hanno adottato l’Agility e i passi necessari per cambiare paradigma in Il quinto paradigma, Franco Angeli Editore.

Scoprirete se Agile fa per voi oppure no.

Sono sempre di più le aziende che hanno capito che il modo migliore per cambiare non è adottare costosi programmi di change management o implementando complicate tecnologie o inserendo manager funzionali o costruendo strutture a matrice aggiungendo complessità a complessità. Per creare un’organizzazione che si adatta velocemente al mercato, che innova costantemente prodotti e servizi, che cambia pelle rapidamente, che cresce velocemente occorre semplificare, occorre diventare Agile, come hanno fatto Valve, Haier, Semco, Morning Star, Buurtzorg, Sun Hydraulics, ESBZ, Gore, Netflix, FAVI, Brasilata e AES.

Nessun commento

Pubblica un commento